8 giovani da tenere d’occhio in Serie B

8 giovani promettenti Serie B

La Serie B, che bel mondo. Dove la presunzione è poca ma le emozioni tante, l’ambiente ideale per far crescere i nostri giovani sbarbatelli. Ed ogni anno ne crescono di nuovi, noi ne abbiamo selezionati alcuni di questa stagione.

1) Adrian Šemper-Portiere-1998-Chievo Verona  

Il Portierone croato classe 1998 arriva a Verona sponda Chievo in prestito con opzione per il riscatto dalla Dinamo Zagabria, dove aveva collezionato tra l’altro anche due presenze in Champions League. Esordisce in serie A dove colleziona 6 presenze nell’anno della storica retrocessione dei clivensi. Lo scorso anno conquista la maglia da titolare e aiuta la squadra a raggiungere i play off dove si mette in mostra parando 2 rigori, ma nonostante un super Šemper il Chievo viene eliminato nella doppia sfida dallo Spezia di mister Vincenzo Italiano. Nella stagione attuale ha già collezionato 12 presenze e 7 clean-sheet e non è un caso che il Chievo sia la seconda miglior difesa del campionato. I rumors di mercato hanno già evidenziato l’interessamento di varie squadre, vedremo in futuro quale maglia vestirà uno dei migliori portieri di questa serie B.  

2) Nadir Zortea-Difensore-1999-Cremonese

Terzino destro veloce e abile anche in fase offensiva, dopo aver vinto un campionato primavera nel 2019 con l’Atalanta, dove mette a segno 3 gol e ben 11 assist, la società di Bergamo decide di girarlo in prestito alla Cremonese. Nel suo primo anno a Cremona Nadir conquista la maglia da titolare a metà stagione e aiuta la squadra a raggiungere la salvezza, con un unico gol segnato (nel pareggio 3-3 in casa della Salernitana) e due assist. Dopo la stagione scorsa le due squadre decidono di rinnovare il prestito per un ulteriore anno e attualmente rimane uno dei punti fissi della difesa grigiorossa.

3) Carlos Augusto-Difensore-1999-Monza

Terzino sinistro, Brasiliano, che dopo essere stato seguito da società come Roma, Genova e Torino, viene portato in Italia dal Neopromosso Monza che spende addirittura 4 milioni di euro per prelevare il giovane dal Corinthians. Dopo aver conquistato la fascia sinistra Carlos Augusto dimostra subito il suo valore, ha già messo a segno 2 gol e un assist, ma non è di certo finita qua, ci aspettiamo un grandissimo finale di stagione dal brasiliano, e chissà che non può essere proprio lui l’uomo in più dei brianzoli nella corsa verso la serie A.                              

 4) Marco Sala -Difensore-1999-SPAL                                                                              

Terzino sinistro anche lui come il precedente ma può giocare tranquillamente in un centrocampo a quattro come esterno sinistro. Prodotto del vivaio dell’Inter, dopo due anni di primavera i neroazzurri decidono di girarlo in prestito all’ Arezzo in Lega Pro, dove nel 2018 il terzino si mette in mostra, sfoderando ottime prestazioni e mettendo a segno 2 gol e ben 8 assist. Mette gli occhi su di lui il Sassuolo che decide di acquistarlo e di girare, successivamente, il cartellino del giovane alla Virtus Entella. In Liguria Sala si conferma, ricevendo addirittura la chiamata della nazionale italiana under 21. La Spal dopo la cessione alla Lazio di Fares decide di rimpiazzare l’algerino proprio con Sala, che sta dimostrando il proprio valore anche con la maglia degli estensi.

5) Abdelhamid Sabiri -Centrocampista-1996-ASCOLI 

Dopo la scorsa stagione in Bundesliga finita con la retrocessione, il giovane centrocampista ex Paderborn è a un passo da firmare con la Lazio per poi essere girato in prestito alla Salernitana, ma l’affare salta proprio all’ultimo e per la fortuna dei tifosi dell’Ascoli, il presidente Pulcinelli riesce ad acquistare il giovane tedesco. Il fantasista è una delle poche note positive di questa stagione per i bianconeri, ha già messo a segno 5 gol di cui due magie da punizione, ed è stato addirittura paragonato a “Juninho Pernambucano” per il modo in cui le tira. Sicuramente molte società in futuro busseranno alla porta dell’Ascoli e potrà essere uno dei prossimi “crack” nel nostro campionato maggiore, noi intanto vi avvisiamo .  

  

6) Giacomo Calò-Centrocampista-1997-Pordenone 

Parliamo di un registra di centrocampo che oltre i piedi buoni ha un carisma e una grinta enorme. Inizia la sua carriera nel Sampdoria che dopo due anni di Primavera decide di cederlo in prestito al Pontedera, dove però il giovane trova pochissimo spazio. Il contatto con i blucerchiati scade e Calò decide di firmare con l’altra squadra di Genova.

La società di preziosi decide di mandare nuovamente il giovane a giocare in Lega Pro, stavolta alla Juve Stabia, ed è a Castellamare di Stabia che il registra riesce a dimostrare il proprio valore conquistando, nel 2019, una promozione in serie b. Nella scorsa stagione è il miglior assistman del campionato con ben 14 assist e 4 gol, ma ciò non basta e le vespe all’ultima giornata retrocedono. Il centrocampista ritorna al Genoa, che riceve molte richieste dalla Serie B, ma a spuntarla è il Pordenone di Attilio Tesser che gli affida letteralmente le chiavi del centrocampo e il regista sta dando una grande mano, dimostrando partita dopo partita.

  7) Davide Frattesi-Centrocampista-1999-Monza

Forse uno dei più conosciuti, ma non potevamo non parlarvi di lui. Centrocampista di inserimento, molto tecnico e con il vizio del gol. Inizia la sua carriera nella Lazio per poi passare successivamente ai cugini della Roma, dove Frattesi vince una Coppa Italia e una Supercoppa con la primavera. Riesce quindi ad attirare su di sé gli occhi dei dirigenti del Sassuolo, che decidono di investire 5 milioni di euro.

A soli 19 anni la prima esperienza in B, viene ceduto in prestito all’Ascoli dove colleziona 33 presenze e aiuta la squadra a raggiungere la salvezza. L’anno successivo,nel 2019, è l’Empoli retrocesso a prenderlo in prestito. Esperienza in cui Frattesi mette a segno 5 gol in 37 presenze, il tutto condito da convocazione in nazionale under 21. Il suo percorso in maglia Empoli  però termina al primo turno dei play off, dove i toscani vengono eliminati dal Chievo Verona. Dopo un’altra grande stagione arriva il rinnovo e un nuovo prestito in Serie B, stavolta è il Monza che riesce ad aggiudicarsi il giovane, il quale ha già messo a segno 3 gol in 14 partite. 

8) Salvatore Esposito-Centrocampista-2000-SPAL

Fratello maggiore di Sebastiano, è un centrocampista che può ricoprire vari ruoli del centrocampo. Inizia anche lui la carriera nel Brescia, per poi essere acquistato, insieme al fratello, dall’Inter. Nel  2018 viene ceduto in prestito alla Spal, che a fine stagione decide di riscattare il suo cartellino. Nella prima esperienza a Ferrara il centrocampista non trova spazio e viene ceduto in prestito 6 mesi in Lega Pro, a Ravenna, dove il classe 2000 dimostra tutte le sue qualità. Nel 2019 la Spal, proprietaria del cartellino, lotta per una salvezza dura in Serie A, spazio per il giovane campano non c’è né.

E così un altro prestito, ma stavolta in Serie B, ed è il Chievo retrocesso a farsi avanti per il giocatore. Salvatore stupisce ancora tutti con tante ottime prestazioni ed un gol, ovviamente su punizione, così da conquistare anche Nicolato e la maglia azzurra under 21. La stagione a Verona finisce e finalmente Salvatore torna a casa, diventando un perno fisso del centrocampo insieme al “pata” Castro e a Missiroli. Salvatore e la sua Spal lottano giornata dopo giornata per cercare di conquistare la promozione. Non sappiamo come andrà a finire, ma di certo le qualità del giocatore non si discutono.